Saint Vitus: terminate le registrazioni del nuovo album

Gli statunitensi Saint Vitus hanno terminato le registrazioni del nuovo album, che arriva a sei anni di distanza dall’ultimo lavoro, intitolato “Lillie: F-65“. La pubblicazione è prevista per il prossimo anno tramite Season Of Mist. Inoltre, la band ha annunciato un importante tour europeo nella prossima primavera, che passerà anche dall’Italia, per una data in programma il 1° maggio al Circolo Magnolia di Segrate (MI).

Dokken: a febbraio le registrazioni del nuovo album

Sembra che i Dokken siano veramente intenzionati a proseguire la loro carriera anche negli anni a venire. Lo dimostra una recente dichiarazione di Don Dokken, secondo la quale la band entrerà nuovamente in studio nel prossimo mese di febbraio per registrare un nuovo album. Si tratterà del primo album in studio dopo “Broken Bones”, uscito nel 2012. Il nuovo album, inoltre, potrebbe essere pubblicato tramite Silver Lining Music, l’etichetta di proprietà di Thomas Jensen, uno dei fondatori del Wacken Open Air Festival.
E’ molto probabile anche che il nuovo album sarà registrato con la formazione attuale dei Dokken, che comprende quindi anche Mick Brown alla batteria, Jon Levin alla chitarra e Chris McCarvill al basso, invece della line up storica.

The Dark Element: iniziate le registrazioni del secondo album

The Dark Element, la band formata dall’ex cantante dei Nightwish Anette Olzon e dal chitarrista e compositore finlandese Jani Liimatainen, hanno iniziato le registrazioni del loro secondo album, la cui uscita è prevista indicativamente per l’autunno 2019, sempre tramite l’etichetta Frontiers Music Srl. Le registrazioni seguono di poco la pubblicazione del debut album, uscito nel novembre 2017, sempre tramite Frontiers Music Srl.

Hate: In studio a dicembre, il nuovo “Salve Ignis” previsto per l’estate 2019

Si incomincia a vedere un qualcosa di più concreto per quanto di riguarda la nuova fatica dei polacchi HateAdam “ATF Sinner” Buszko e soci entreranno in studio di registrazione il prossimo dicembre, e cercheranno di dare forma al nuovo album “Salve Ignis” (titolo pare ancora provvisorio). Previsto anche il cambio di etichetta: primo disco con la Metal Blade.

Il successore di “Tremendum” ha già svelato parte delle sue carte, con la band a presentare il rough mix di “Path To Arkhen” e “In The Shrine Of Veles”.